Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicitą

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

NEWS


data pubblicazione 29/03/2015

'Le parole che scriviamo non possono aggrovigliarsi, debbono separarsi per farci intendere a quali metamorfosi aspirino.
Quando la scrittura rende servile, per evitare un diluvio di ingiurie, ipocrita, villana per compiacere quella arroganza. Con un briciolo di orgoglio, č meglio ordunque restare sul chi vive; non diventare nemmeno ortiche stagionali, pur di accondiscendere a chi, tanto, nessuna dimora muterą in tempio per noi.
Dissacratori e liberi, contenti di scrivere non nascondendo affatto la nostra ingratitudine verso chi ci volle mortali'.
Duccio Demetrio