Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Chi siamo
Nail is still a very popular fashion replica handbags uk in autumn and gucci replica . The furry design on the hermes replica of the bag makes this autumn and handbags replica. Xiaobian likes the buckle like sapphire and looks quite replica handbags .
Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Editoriale


L'inarrestabile flusso

di Massimiliano Forgione - 11/09/2019

Il viaggio condotto tra le necessarie asperità e con le inevitabili incertezze insegna la relatività del se ipotetico e del modo condizionale, relegandoli al solo buon uso della sintassi. In una considerazione della vita tutta incentrata sul presente, il solo indulgere sul ''come avrebbe potuto essere'' e ''come si vorrebbe che fosse'' è perdita di tempo e assieme di energia sottratte all'unico vero paradigma e soluzione: perdersi.
Così può capitare, ed il fatto che sia casuale ne esalta la causalità, di trovarsi in un luogo dove una bellezza ne esclude un'altra e cercare di percorrerla tutta riconduce ad una vitale capacità di sentire la fatica che vive in stretta relazione con la stanchezza di accontentarsi.
Mentre il flusso del processo di semplificazione che comporta sempre più presenzialismo e capacità operosa da ostentare aumenta i suoi giri, disdegnando la parte della problematizzazione, la provocazione che immediata ne scaturisce è l'avvertimento di un certo disagio nel non riuscire ad esser parte di quello che, a prima vista, sembrerebbe uno sforzo comune che tenda verso qualcosa. Il senso di estraneità che ne consegue viene amplificato dalla certezza che, a fronte delle tante brillanti proposte, non si ha nulla da dire e il sentimento di colpevolezza che per pudore si accusa ingenera una insostenibile necessità di porsi ai margini di una corrente inarrestabile o farsi roccia in mezzo a questa.
Ma questa prima percezione muta e l'afflato arrivistico perde inesorabilmente la sua natura ingannatoria e rimane la stessa certezza che una politica seria lascerebbe alla sua manifestazione più violenta, ossia la sola possibilità della violenza, tanto che le diventerebbe impossibile ergersi per mimesi a politica.
Insomma, poiché ''il saggio esprime poco come l'idiota. Ed è una reciprocità che mi manda in estasi'', per dirla alla Camus, farsi roccia o porsi ai margini, equivale a non alienare la forza di rifiuto ed evitare che il consenso diventi irrazionale, non si equilibri con nulla e che la storia diventi servitù (parafrasando Camus).
Trovarsi in una terra ricca dove uno squarcio di bellezza ne esclude un altro, vivere la difficoltà dell'esclusione e la necessità di perdere quanto meno possibile significa avere vivo in sé la certezza di avere tanto per desiderare niente e avere poco per desiderare qualcosa. Una condizione sostenibile per tutti gli ambienti e compatibile con la sensibilità di saper apprezzare tanto le donne dalla vestibilità bella e dalla nudità pessima quanto coloro che incarnano il contrario.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente