Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Notiziario


Ecco l’Italia, tra la Giustizia che non c’è e la voglia di giustizialismo.

di Massimiliano Forgione - 18/01/2008

Ceppaloni non è lontano da Telese Terme, le pratiche clientelari sono spudoratamente all’ordine del giorno; leggete La speculazione edilizia alla sezione Nazione della rubrica Notiziario.

Nell’inchiesta avviata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta, nei confronti della dinastia dei Mastella, compaiono nomi di: amministratori, dirigenti di partito, professionisti, docenti universitari, funzionari, tutti RACCOMANDATI dal monolito istituzionale di Ceppaloni.
In tutto, 23 ordinanze di custodia, di cui 9 ai domiciliari, compresa quella della Lady Sandra (moglie del monolito) che non pochi mesi fa, quando le indagini ebbero inizio, affermava:
“Non siamo noi il male dell’Italia.”
Giusto, perché dire “male” non è abbastanza per dare la misura di quanto e come questa Italia sia stata depredata da tali personaggi. Il sostantivo più appropriato è: CANCRENA!!
Cara Lady Sandra: lei, suo marito e tutti quelli da cui discendete, le vostre ramificazioni, i vostri adepti, siete la CANCRENA dell ‘Italia.
Certo è singolare che la lunga tradizione del clientelismo all’improvviso diventi sdegno e sorpresa e che a farne le spese sia proprio il rappresentante della Grazia e della Giustizia di questo Paese.
Allora, quando lady Sandra Lonardo enunciava tale assunto per reticenza non completava la proposizione che equivale a: in Italia ci sono uomini appartenenti a caste che hanno fatto strame del futuro dei giovani più di noi, incetta della bellezza più di noi, quindi, perché non andate da loro prima di venire da noi?
Non si preoccupi Signora e tranquillizzi il suo uomo forte, vede, in Italia, il rigurgito del sistema clientelare è tanto forte quanto quello del fascismo; i guai giudiziari che la riguardano hanno le gambe corte di tutte le altre scandalose inchieste italiane: il climax è stato già raggiunto!
Nei prossimi giorni lei, suo marito, gli indagati e noi tutti assisteremo allo scemare dell’indignazione e all’oscuramento dei riflettori che adesso accecano il comune di Ceppaloni.
Sì, cara Signora Sandra, per il prossimo Natale tornerà ad impacchettare pregiati regali per clienti importanti, tornerà alla sua pratica preferita: il clientelismo.
Gli italiani, dopo questo sussulto di sdegno, torneranno ad essere convinti di aver bisogno dei favori di gente come lei e consorte, semplicemente per: poter campare!, con l’aiuto di Dio e dei “valori cattolici”.
E’ tutto legittimo, come la monnezza che sta a 50km dal vostro regno.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente