Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Notiziario


Immigrazione e criminalità, i dati di una ricerca

di MF - 19/09/2008

E’ interessante il risultato della ricerca condotta da un gruppo di economisti con a capo il docente di economia politica all’Università di Bergamo, Paolo Buonanno. Non c’è nessun nesso causa- effetto tra immigrati e criminalità. E’ il dato inequivocabile di un attento studio che ha visto impegnati: Milo Bianchi della Paris School of Economics e Paolo Pinotti della Banca d’Italia.
Attraverso l’applicazione delle tecniche di analisi econometrica delle variabili strumentali ai dati statistici, viene escluso qualsiasi tipo di rapporto tra l’aumento degli immigrati e l’aumento del crimine.
Il fatto che entrambi i fenomeni in esame trovino la loro contemporanea presenza su determinati territori spinge ad una erronea valutazione degli stessi quali correlati tra loro.
Sono le ragioni economiche che dettano le percentuali degli spostamenti di immigrati. Laddove c’è ricchezza alla ricerca di lavoro; nelle periferie degradate delle città perché i prezzi degli appartamenti sono più bassi.
La stigmatizzazione di episodi negativi, che hanno per protagonisti gli immigrati, da parte della cronaca, non permettere di leggere il dato per quello che realmente è: un verificarsi di episodi pesanti ma puntuali.
Gli stessi ricercatori stanno tentando di costruire un modello econometrico per misurare la reale entità della percezione del fenomeno a seguito della distorsione provocata dai media.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente