Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Intervista


Savino Pezzotta e il linguaggio politichese

di MF - 03/10/2007

E’ enorme, anche in Italia, il quantitativo di danaro che viene impiegato nelle spese militari e nella produzione di armi. Non è una contraddizione in termini lanciare appelli contro la guerra e non parlare mai del fatto che tutte le banche fanno transazioni finanziarie legate al commercio delle armi?
Mi sembra di aver detto con molta chiarezza quello che penso sulla questione delle armi. Nel nostro paese come nel mondo si spendono tanti miliardi in armi e se si riducono le spese militari di conseguenza si riducono le transazioni.
Ma non sarebbe opportuno partire da un coinvolgimento responsabile delle banche?
Se il Governo non riduce le spese è inutile che la transazione non avvenga.
In quello che lei ha definito “cattolicesimo sociale” boicottare le banche e indirizzare le persone di buona volontà verso la Banca Etica non sarebbe una predicazione valida?
Ma questo lo stiamo facendo, noi appoggiamo Banca Etica e continueremo a farlo.
Si può parlare di una sua prossima candidatura in politica o continua a dirsi non interessato?
Io devo fare le mie cose, non ho mai escluso niente nella mia vita.
Essere stato il promotore del Family Day a quali risvolti ideologici la espone? C’è un concetto di normalità da contrapporre ad altri modi di vivere fuorvianti?
Io non so se esiste un concetto di normalità, io sono stato in piazza il 12 di Maggio con 1,5 milione di persone ad affermare la centralità della famiglia come la definisce la Costituzione; perché la pluralizzazione del concetto di famiglia fa male a tutti.
Ma la Costituzione non parla di famiglia in quanto…..
….no, dice la famiglia come “società naturale”, eh, “naturale”.
Quindi fuoriescono dal concetto di naturalità le coppie uomo-uomo, donna-donna?
Un uomo e un uomo non fanno una famiglia; possono avere dei problemi che vanno risolti attraverso il codice civile senza creare discriminazione ma non sono una famiglia.
Quindi secondo lei i Dico non troveranno la conclusione dell’iter parlamentare?
La conclusione è che i Dico sono già morti.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente