Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Il Rubricario Spettacoli


Le memorie di Adriano

di Marcello Masneri - 09/02/2012

Peppe Servillo sarà di scena al Teatro Palacreberg di Bergamo, sabato 11 febbraio 2012, inizio del concerto alle ore 21. L’artista partenopeo ci regala un altro omaggio: dopo Paolo Conte, Domenico Modugno e Frank Zappa, si cimenta nelle ‘Memorie di Adriano’, in onore al molleggiato più famoso d’Italia. Con lui sul palco un sestetto di primordine in chiave jazz, con alcuni tra i nomi più in vista del panorama italiano. Ai fiati Javier Girotto (sassofono) e Fabrizio Bosso (tromba), al pianoforte Rita Marcotulli, di recente premiata dai critici della rivista ‘musica jazz’, al contrabbasso il veterano Furio Di Castri, Mattia Barbieri alla batteria.
L’omaggio ad Adriano Celentano vuole evitare l’idea della semplice cover, e intende dare una nuova veste ai maggiori successi del cantautore milanese, fresco d’ingaggio stellare per le imminenti serate sanremesi sul palco dell’Ariston… Quindi, da Il ragazzo della via Gluck a Una carezza in un pugno, passando per Azzurro, la voce ruvida e passionale del cantante degli Avion Travel darà vita ad uno spettacolo a metà tra musica e teatro, a coniugare la popolarità della musica leggera con arrangiamenti squisitamente jazz. Quella di Celentano è una scelta personale, secondo le parole di Peppe Servillo: ‘Vorrei interpretare Adriano in maniera moderna, con l’ironia e la disillusione che mi porto dietro nei miei spettacoli, mantenendo il rispetto per delle canzoni che hanno segnato un’epoca, che ci hanno accompagnato mentre guidavamo le nostre prime automobili’. Il sottotitolo dello spettacolo, Le canzoni del Clan di Celentano, ci riporta ad un periodo importante dell’evoluzione della musica italiana di fine anni sessanta. Di questo laboratorio musicale di innovatori, capitanati da Celentano, facevano parte, tra gli altri, Ricky Gianco, Don Backy e il giovane Demetrio Stratos. L’intento era quello di interpretare all’italiana il rock di Elvis Presley, mettendoci anche dell’impegno civile. Affrettarsi per i biglietti, i prezzi vanno da 16.50 euro a 27.50 euro. Info sul sito www.teatrocreberg.com























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente