Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Chi siamo
Nail is still a very popular fashion replica handbags uk in autumn and gucci replica . The furry design on the hermes replica of the bag makes this autumn and handbags replica. Xiaobian likes the buckle like sapphire and looks quite replica handbags .
Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

HOME PAGE

 

 

Il Rubricario Musica


Bergamo Jazz Festival 2020

di MF - 16/12/2019

Cambio di direzione e il Bergamo Jazz Festival ritrova la sua rotta più tradizionale. La cantante e compositrice Maria Pia De Vito, nuovo direttore artistico, per la nuova edizione del Festival porta nomi di sicuro e sempre gradito richiamo.
Brad Mehldau con il suo trio storico, e già questo colpo le varrebbe la conferma per le prossime edizioni che vadano oltre il pacchetto di tre anni. Enrico Rava assieme a Joe Lovano, non si può dire aria nuova ma, come non assicurarsi un posto tra le prime file. Kenny Barron, il pianista che illuminò l'edizione del festival 2016, ''along with'' Dave Holland e Johnathan Blake. Mark Turner che con il suo sassofono farà splendere Thomas Morgan al contrabbasso e Joey Baron alla batteria, come già nell'edizione del 2015 fece con il quartetto dell'occasione in cui figurava un meraviglioso trombettista dal nome di Ambrose Akinmusire.
Questo il festival che, anche per il 2020, in virtù della ristrutturazione del teatro Donizetti, andrà in scena al Creberg nel fine settimana dal 20 al 22 marzo.
Per il jazz al teatro Sociale segnaliamo la presenza del pianista polacco Marcin Wasilewski in formazione trio, giovedì 19 marzo e, a seguire, un altro pianista, già noto al pubblico di bergamojazz (era l'edizione del 2012), Craig Taborn ad accompagnare il sassofonista Chris Potter e il batterista Eric Harland, special guest Bill Frisell.
Ma sappiamo che, oltre ai due teatri, il Jazz in città vede luoghi ispirati quali il Museo della Cattedrale con la suonata in solo del trombettista campano Luca Aquino; l’Ex Oratorio di San Lupo con il concerto solitario del chitarrista Paolo Angeli e del duo di chitarre di Lionel Loueke, assiduo collaboratore di Herbie Hancock, e di Roberto Cecchetto; l’Accademia Carrara dove si esibirà la voce di Theo Bleckmann accompagnato dal tastierista Henry Hey; l’Auditorium di Piazza della Libertà dove sarà di scena il trio italo-scandinavo costituito dal percussionista Michele Rabbia, dal trombonista pugliese Gianluca Petrella e dal chitarrista norvegese Eivind Aarset; la Sala Piatti di Città Alta dove si potrà ascoltare, in coppia con la cantante norvegese Karin Krog, il polistrumentista inglese John Surman e, per il consueto concerto in collaborazione con il Jazz Club Bergamo, il cantante belga David Linx e il pianista Antonio Faraò.

Il programma dettagliato con date e orari di tutti gli eventi collaterali e soprariportati disponibile sul sito:
www.teatrodonizetti.it























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente