Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Chi siamo
Nail is still a very popular fashion replica handbags uk in autumn and gucci replica . The furry design on the hermes replica of the bag makes this autumn and handbags replica. Xiaobian likes the buckle like sapphire and looks quite replica handbags .
Editoriale

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Ciclicità

Economia

HOME PAGE

 

 

Conversazione con


Conversazione con PIF a seguito dell'incontro pubblico per Giulio Regeni

di Massimiliano Forgione - 02/02/2020

Hai deciso di coinvolgerti in questa vicenda umana perché ti ha profondamente colpito o perché sono stati violati tre principi fondamentali: l'intangibilità dei corpi e della vita umana; la tutela dei diritti inviolabili, tra cui avere e ottenere giustizia; la dignità di persone e di governi?
C'è tutto questo assieme all'idea di poter esprimere, attraverso un film, la mia vicinanza a Giulio e il mio coinvolgimento nei fatti. I miei intenti non erano di raccontare, attraverso il film, la parte finale della vita di Giulio, al momento ci sono ipotesi e le notizie si evolvono; io avrei voluto raccontare Giulio da vivo, la storia di un ragazzo italiano che vede il mondo parlando il dialetto friuliano, l'assenza di confine e il senso di grande apertura che aveva.
Della condizione di un ragazzo che è assiemabile a quella di tanti italiani, ricercatori e non, che per tanti motivi vivono all'estero e che, come Giulio, possono ritrovarsi in situazioni che sono al limite della sicurezza.
Sì, però Giulio non è un ragazzo che si avventura in una città d'Egitto, è un ricercatore di Cambridge che avrebbe dovuto essere tutelato. Colui che l'ha tradito gli era stato presentato dai tutor di una delle migliori università del mondo. Quindi, un giovane ricercatore di talento, e lo dico non perché è morto, ma perché è nei fatti, riesce a mettere in crisi il governo egiziano, quattro governi italiani (quelli succedutisi dai fatti ad ora, ndr) e l'università di Cambridge. Tutto ciò, ripeto, è nei fatti e, per chi fa il mio mestiere, la voglia di raccontare è forte.
Rispetto a Il Manifesto e l'appropriazione indebita dell'articolo a quattro mani che poi diventano due, le sole di Giulio, nel momento in cui dalla redazione capiscono di poterne sfruttare mediaticamente la scomparsa (siamo al quinto giorno e a tre giorni dal ritrovamento del cadavere, ndr)...
L'ho sempre considerato un giornale etico in quanto affronta tematiche che altri organi di informazione non trattano. L'atto in sé è disgustoso qualunque giornale l'avesse fatto ma, da Il Manifesto, non te l'aspetti proprio.
Ci sono azioni legali nei loro confronti?
So che hanno fatto di tutto legalmente per evitare che l'articolo venisse pubblicato, però, a suo tempo, non bastò. Credo che la direttrice sia stata sospesa dall'ordine dei giornalisti che ha ritenuto il fatto una porcheria.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente