Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Il Punto


Lettera

di Simonaio Mirko - 05/05/2010

Egr. Direttore,
curiosando tra le pagine di internet, mi sono trovato tra le mani un ennesimo caso di diversamente-onesto. Dal punto di vista legale nulla da ridire ma eticamente? Moralmente?
Faccio un passo in dietro e le racconto... Se lei digita: http://www.insiemeperborgoroma.org/agsm_workshop_del_9_febbraio_2010.html in fondo alla pagina trova una locandina-invito, distribuita per promuovere l'evento nel quale vi erano relatori venuti da tutta Italia per elogiare l'incenerimento dei rifiuti. Sì!, ha capito bene una conferenza a senso unico, nella quale non vi era nessun esponente medico o scientifico che presentasse le alternative che oggi sono possibili. Fino a qui nulla di strano... Leggendo la locandina, in fondo, si legge che Extra cura l'immagine dei workshop di Agsm-Verona e se ne trova conferma se va alla pagina internet: http://www.extracomunicazione.it/clienti.htm dove compare AGSM-VERONA nella lista dei clienti.
Tra i clienti troviamo pure Henia che, anch'essa, sta costruendo un inceneritore a Parma.... Tutto questo non mi farebbe, più di tanto, indignare ma se va a guardare alla pagina: http://www.extracomunicazione.it/squadra.htm trova che il presidente di Extra Comunicazione è Antonio Ferro uno degli storici fondatori di LEGAMBIENTE!
Alla pagina: http://www.legambiente.eu/documenti/2007/1004_VIII_congresso/organismi_dirigenti_2007.php lo troviamo tra i membri del direttivo nazionale di Legambiente.
Come può il sig. Ferro promuovere l'incenerimento, a fronte di una parcella e poi far parte di chi lo contrasta? Sì, perchè Legambiente si dichiara contraria e in particolar modo a quanto dichiarato sul sito internet di Agsm http://www.agsm.it/oggetti/86209_AGSM_OP.pdf alle pagine 4-5. Infatti, il 3-02-2010 Legambiente esce con questo comunicato stampa: http://www.legambienteverona.it/comunicati-stampa/2010/293-ca-del-bue--unico-nuovo-impianto-nel-veneto.html E' possibile che sempre più impunemente assistiamo a queste mercenarie prese di posizione?
Perchè nella nostra cultura gli ideali vengono così vergognosamente comprati?
Perchè in altre Nazioni solo il sospetto farebbe allontanare da Legambiente un "Ferro" mentre in Italia resta lì al suo posto a mettere in discussione la serietà della associazione stessa?
Profondamente indignato la saluto.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente