Il Mattatoio - Giornale indipendente


 

Editoriale

Notiziario

Intervista

Scienza e Ricerca

Il Rubricario
  - Spettacoli
  - Film
  - Libri
  - Musica

Conversazione con

Il Punto

Aforismi, riflessioni e bestiario

Ciclicità

Economia

eBook

HOME PAGE

 

 

Il Punto


Tanto per...

di MF - 26/12/2014

Quanto più le implicazioni dei legami sono grandi, tanto più tendiamo a barattare la verità con la menzogna. E ormai siamo enormemente implicati, la semplicità dell’essere si è persa e la distanza tra ‘io sociale’ e ‘io intimo’ incolmabile e irriconoscibile.
L’uomo, sopraffatto da questo macigno che incombe sulla propria coscienza, pur di non dichiararsi sconfitto, stravolge i propri crismi e valori, con la pretesa voluta, di farli assurgere a oggettività.
Ciò che volutamente viene confuso è un’etica e una morale pubblica con un’etica personale, intesa come affare.
Ci sono pensieri, che senza il viaggio, non si possono fare. Il più fresco lega all’esigenza di tornare a sentire e smetterla di agire nel rispetto dei luoghi comuni, usi e tradizioni, visto che non ci crediamo più.
Solitudine intellettuale e verità viaggiano a braccetto e, si sa, la solitudine fa paura.
Nell’attesa, si osserva fingere una maturità pur di non crescere in una nuova adolescenza; offendersi e allontanarsi per un’osservazione di troppo sul rapporto uomo-telefonino; avanzare i più insospettabili verso una modernità tecnologica rincitrullente.
Ripiegare verso una tradizione, occuparsi del proprio personale prodigio e tenersi lontano dalle aule degli insegnanti, luoghi dove, come al cinema, ormai il chiacchierio scomposto impedisce la fruizione del silenzio e di ciò per cui si va in un luogo.























 

 

Immagini articolo


 
 
 

Il Mattatoio - Giornale indipendente